All’Amore con sentimento.

 

A Te

che sei passato

come il vento caldo

sul mio corpo

che ha scaldato la mente fredda

da pensieri agghiacciati dalla realtà

Tu che mi hai sorriso

mentre la malinconia

ingrossava la diga dei miei occhi

trattenendo la caduta

di lacrime amare

Grazie per avermi cercata

almeno due volte nella vita

ne sono risorta

e di nuovo ti attendo

Ho messo una candela

davanti ai vetri delle imposte

e dovrò tenerle aperte

per vedere il tuo arrivo

Starai viaggiando

e mi curerò di prepararti

un letto caldo

Lenzuola intrise del tuo profumo

di gocce di sudore

trasudate nella corsa

di due corpi affannati

I fiori sulla tavola

e due calici per brindare

aspettano Te da ore

senza pentimento

a Te che sei sentimento

chiamato Amore.

 

 

13 luglio 2011 ·

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*